la musica e il bambino

Leonardo Trevisan
docente e musicologo veneziano

la musica e il bambino

Per sensibilizzare il bambino all'arte musicale è bene, dopo la nascita, favorire un ambiente tranquillo, evitando, ad esempio, di tenere a volume elevato apparecchi radiotelevisivi, stereofonici ecc...; questo perché, fin dalle prime settimane, il bambino reagisce negativamente a suoni acuti e rumori forti e improvvisi: essi possono provocare agitazione, inquietudine e malessere¹.

Al secondo-terzo mese di vita l'ascolto di un sottofondo musicale dolce, che non turbi il sonno, offre al bambino la possibilità di iniziare a formare il gusto per la musica.

La scoperta del primo elemento formante la musica -il ritmo-, avviene molto presto; infatti, dopo il sesto-settimo mese di vita, il bambino già riesce a seguire l'andamento musicale di un canto eseguito dalla voce materna, muovendosi ritmicamente e, dopo il diciottesimo-ventesimo mese, può iniziare a balbettare le prime melodie musicali.

A due-tre anni, molti bambini sanno riprodurre parti o intere canzoncine, riconoscono diverse melodie, provano gli strumenti musicali, riescono a saltare, danzare, camminare, correre a tempo di musica.

Generalmente il primo incontro del bambino con la musica avviene nel giardino dell’infanzia e nella scuola materna, cosicché lo sviluppo della sensibilità e del gusto riceve un'evidente impronta in questi ambienti.

Nella scuola materna si potrebbe limitare e curare alcuni comportamenti aggressivi di bambini, impiegando l'aggressività in forme diverse di attività artistica e sportiva.

La sensibilità deve essere sviluppata ed esercitata perché nella formazione del bambino essa è di primaria importanza; già nell'età dei tre anni esistono i presupposti per formare personalità in questo senso. 

Anche nella scuola elementare l'insegnamento delle materie artistiche è di primaria importanza, proprio perché all'età di  cinque sei anni si evidenzia maggiormente il senso  artistico ed estetico del bello e del gusto.

In questo ambiente l'educazione musicale deve necessariamente integrarsi nella totalità dell'insegnamento per permettere un armonioso sviluppo di tutto l'essere nella sua realtà fisica, affettiva, intellettuale e spirituale.

Per raggiungere queste mete, è necessario che l'istruzione musicale a livello primario disponga almeno di cinque-sei ore alla settimana.

 

¹ Alcuni studi condotti nel reparto maternità di un ospedale della Florida hanno evidenziato che l’ascolto quotidiano di una cassetta musicale di 60 minuti, contenente ninne nanne o canzoni per bambini, portava ad abbreviare la durata del ricovero ospedaliero (di almeno cinque giorni) dei neonati prematuri e di basso peso. Nel gruppo di neonati che ascoltava le canzoni, rispetto al gruppo che non l’ascoltava, il calo di peso era minore, la quantità di latte assunto più elevata e il livello di stress meno accentuato. In un altro studio, compiuto dall’Università di Harvard, 90 bambini di 6 mesi d’età sono stati invece sottoposti a più riprese ad ascolti musicali legati a due tipi di composizioni: sotto l’influenza di musiche che apparivano consonanti (Mozart, Vivaldi…), i piccoli restavano tranquilli, buoni e silenziosi; mentre frignavano irritati alle prime note dissonanti dei lavori di Schönberg, Weber…

Il sistema cerebrale dei bambini si serviva dei suoni armonici in modo istintivo (e non come portato culturale) per mantenere una condizione di benessere.

Melodie, armonie e ritmi consoni esplicano, dunque, un effetto decisamente benefico sul neonato: lo tranquillizzano, migliorano le sue funzioni neurovegetative e la sua percezione spaziale, l’aiutano ad entrare in armonia con l’ambiente e le persone che lo circondano.

 

     

Leonardo Trevisan
MUSICA PER LA GRAVIDANZA E IL NEONATO

Leonardo Trevisan
L'ASCOLTO MUSICALE

Leonardo Trevisan
CHE MUSICA ASCOLTARE DURANTE LA GRAVIDANZA

Leonardo Trevisan
COME ASCOLTARE LA MUSICA DURANTE LA GRAVIDANZA

Francesco Gambino
LA COMPRENSIONE DELLA MUSICA

Leonardo Trevisan
LA MUSICA E IL BAMBINO

Leonardo Trevisan
LA PERCEZIONE SONORA

Giancarlo Grassini
DOLCEMENTE MAMMA

Leonardo Trevisan
CANTI per la seconda infanzia

Leonardo Trevisan
GIOCHI MUSICALI per la seconda e terza infanzia

 

Leonardo Trevisan
STRUMENTI MUSICALI estensione e qualità

 

a

 © Copyright 2008 FONDAZIONE PREMIO ALTINO leo@fondazionepremioaltino.it 

INDIETRO