PIPO

Diego Stefani

Pipo

 

Pipo

amigo meo

che tu f part

dei me dughi

ti

tu ha da insegnarme

la strada

farme capir

che an tenporal

le drio rivar

asarte mol

onde le pericol pasar

questo

asieme

tre d ala setimana fonh

pal troi

che da Thirocol a Combai

al va.

 

Tu s caro Pipo

che c rivnh

da me barba Milio Cornola

mi ho da fermarme

a dugar

cohj tosat da Miane. 

 

 



Caro al me mus

tu se proprio sfortun

de averme

come paronh

parch mi

dughe tranquilo

de qua e de l

e t

tu se l

che tu me speta

strach

e carg.

 

Pipo


Pipo

amico mio

che fai parte

dei miei giochi

tu

devi insegnarmi

la strada

farmi capire

che un temporale

sta per arrivare

lasciarti libero

dove pericoloso passare

questo

insieme

tre giorni alla settimana facciamo

per il sentiero

che va da Siroccolo a Combai.

 

Sai caro Pipo

che quando arriviamo

dal caro" Emilio Cornola"

mi devo fermare

a giocare

con i ragazzi di Miane.
 

 

 

Caro il mio asino

sei proprio sfortunato

ad avermi

come padrone

perch io

gioco tranquillo

di qua e di l

e tu

sei l

che mi aspetti

stanco

e carico.

  

 

CONTADIN

FIL

TERRA MEA

AL GAL

PIPO

EMIGRAR

RADICI DE CANP

TRATR

BORGO THIMAVILLA

MILANH

VENDEMR

LE ME MONTAGNE

 

 

indice autori                         

home

Da tutto e da tutti si ricevono insegnamenti anche da un somaro, per natura, il povero Pipo "l'asino".

Gli aneddoti citati non sono altro che un rimembrare affettuoso dei momenti trascorsi con questo amico occasionale, taciturno, maltrattato e forse mai rispettato.

Questa poesia l'occasione colta dall'autore per coniare un inno al rispetto ed all'amore per gli animali di ogni genere e specie.