BORGO THIMAVILLA

Diego Stefani

Borgo Thimavilla

Care

vecie case

da secoi se l
onde la manh de l'onh
nel tenp
e c hj ostri poss
la ve ha cre.

Thentha far rumor
port i segni del pas
quande se sentia sol
al cantar del gal
i pass
dele dalmede de l'onh
che l'andea a laorar.

Case
c hj ostri poioi
onde i metea
la roba a secar
e l'onh vecio e strach
col pasar del tenp
al ve ha desmenteg.

Case pisole
ma granh case
negre da folisca
come negro l'era quel tenp.

Ohj se l
c la ostra sperantha
che anh d
la manh
saia de l'onh
la gnene a catarve
par tornarve dar
l'ostro vecio
splendor.

Borgo Cimavilla

Case
vecchie case
da secoli siete l

dove la mano dell' uomo
nel tempo
e con i vostri pozzi
vi ha creato.

Senza fare rumore
portate i segni del passato
quando si sentiva solo
il canto del gallo
i passi
degli zoccoli dell' uomo
che andava a lavorare.

Case
con i vostri poggioli

dove mettevano
la frutta a essiccare
e l'uomo vecchio e stanco
col passare del tempo

vi ha dimenticato.

Case piccole
ma grandi case
nere di fuliggine
come era nero quel tempo.

Voi siete l
con la vostra speranza

che un giorno
la mano
saggia dell' uomo

vi venga a trovare
per ridarvi
il vostro vecchio

splendore.

CONTADIN

FIL

TERRA MEA

AL GAL

PIPO

EMIGRAR

RADICI DE CANP

TRATR

BORGO THIMAVILLA

MILANH

VENDEMR

LE ME MONTAGNE

 

 

 

indice autori            

            

home

Via Cimavilla. Una delle vie secolari di Combai.

Espressione architettonica tra le pi vere di una realt storica e sociale che porta ancora oggi impresse a chiare lettere le origini contadine di quasi tutti gli abitanti del paese.

Trascorsi gli anni delle grandi e traumatiche innovazioni edilizie con talvolta furenti ardori costruttivi, si spera ora in un felice ritorno alla riscoperta dell'antico e dei suoi valori pi veri. Questa la speranza che traspare evidente nell'ultimo capoverso della poesia.