la

poesia d'autore

Luciano Cecchinel

 

In lingua 

> FEBBRE da Lungo la traccia

> DENTRO UNA PICCOLA LUCE

> ADDIO STRADA PERCORSA 

> SUITE APPALACHIANA

> BANJO BREAKDOWN

> RINGRAZIAMENTO

> SOPRA IL PENDIO DEGLI ALLEGHENY

> SCEMPI da Perché ancora

> ENTRO LE PIETRE DI TREBLINKA 

> NEL BOSCO DI FAGGI
 

 

In dialetto

> AGONIA ĐE PRIMAVERA da Al tràgol jért

>  PARON ALT DE LE TÈRE      

> CO LA TO PORE LENGUA         

 

 
 

Luciano Cecchinel, nato a Revine-Lago (TV) nel 1947, ha insegnato materie letterarie nella scuola media.
Dopo un'esperienza in campo amministrativo locale, ha partecipato all’attività di gruppi operanti ai fini dell'organizzazione di base del territorio nella prospettiva della salvaguardia del tessuto socioeconomico e culturale.

Maturati "in situazione" interessi per la cultura popolare e, in particolare, per quella contadina, ha scritto per varie riviste articoli sulle culture subalterne e pubblicato le raccolte di poesia Al tràgol jért (ISCo. 1988 - Scheiwiller 1999, postfazione di A. Zanzotto), Lungo la traccia (Einaudi 2005), Perché ancora/Pourquoi encore (Istituto per la storia della Resistenza di Vittorio Veneto 2005, note di C. Mouchard e M. Rueff). Suoi testi sono stati ospitati sulle riviste "Diverse lingue", "Pagine", "In forma di parole", “Annuario di Poesia”, “clanDESTINO”, “Atelier” e “Yale Italian Poetry”.

E’ stato inserito, tra altre, nell’antologia di poesia neodialettale Via Terra a cura di A. Serrao (Campanotto, Udine 1992), in Il pensiero dominante – Poesia italiana 1970-2000 a cura di Franco Loi e Davide Rondoni (Garzanti, Milano 2001), in Dialect Poetry of Northern and Central Italy, testo trilingue curato da L. Bonaffini e A. Serrao (Legas, New York 2001), in 30 ans de poésie italienne (PO&SIE, numéro 109, Belin, Paris 2004) a cura di M. Rueff e Ph. Di Meo e in Parola plurale a cura di G. Alfano, A. Baldacci, C. Bello Minciacci, A. Cortellessa, M. Manganelli, R. Scarpa, F. Zinelli e P. Zublena (Sossella, Roma 2005).

Tra coloro che si sono occupati della sua poesia, oltre ad A. Zanzotto, M. Rueff e C. Mouchard, F. Brevini, F. Loi, M. Munaro, M. Casagrande, G. M. Villalta, D. Rondoni, G. Turra, F. Zinelli, M. Vercesi, M. Cucchi, N. Lorenzini, R. Damiani, I. Landolfi, F. Latini, P. Di Palmo, F. Portinari, S. Tamiozzo-Goldmann, C. Martignoni.

   

 home

 

 Fondazione Premio Altino  leo@fondazionepremioaltino.it