QUEL MAZZOLIN DI FIORI

E’ il canto popolare italiano più conosciuto al mondo. Evidenzia i fiori della montagna e l’amore di una giovane verso il suo amato. Un canto dal carattere allegro, melodico e molto orecchiabile.

 
 

 Andante e Moderato 2/4 chiave di violino

a cura di Leonardo Trevisan
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quel mazzolin di fiori
che vien da la montagna.

E bada ben che nol se bagna
che lo voglio regalar.

Lo voglio regalare
perchè l'è un bel mazzetto.

Lo voglio dare al mio moretto
questa sera quando 'l vien.

Stasera quando 'l viene
sarà una brutta sera.

E perchè sabato di sera
lui non l'è vegnù da me.

Non l'è vegnù da me
l'è andà da la Rosina.

E perchè mi son poverina
mi fa pianger e sospirar.

Mi fa pianger e sopirare
sul letto del lamenti.

Cosa mai diran le genti
cosa mai diran di me.

Diran che son tradita
tradita nell'amore.

A me mi piange il core
e per sempre piangerà.

 

   

> amore mio non piangere
>
aveva gli occhi neri
> bionda bella bionda
> come porti i capelli
> di qua di là del Piave
> era una notte che pioveva
> il cacciatore del bosco
> il fazzolettino
> la domenica andando alla messa
> la famegia del gobon
> la montanara
> la parona no vol che cantemo
> la strada del bosco
> la valsugana
> la villanella
> lo spazzacamino
> l'oselin de la comare
> mamma mia dammi cento lire
> me compare Giacometo
> me mario xe bon
> monte canino
> poenta e bacaeà
> quel mazzolin di fiori
> qui comando io
> sul cappello
> va l'alpin
>
vinassa vinassa

 

menù