IL CACCIATORE DEL BOSCO

Evidenzia la storia del ricco e bel cavaliere che insidia l’ingenua e povera pastorella.

 
 

 Moderato 6/8 chiave di violino

a cura di Leonardo Trevisan
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il cacciatore del bosco
vide la pastorella
era graziosa e bella
graziosa e bella
il cacciatore s'innamorò.

Prima la prese per mano
poi la condusse a sedere
dal gusto e dal piacere
e dal godere
la verginella s'addormentò.

Mentre la bella dormiva
il cacciatore vegliava
vegliava li uceleti
che non cantassero
perché la bella potesse dormir.

E quando la bella fu sveglia
il cacciatore non c'era
vile d'un cacciatore
d'un traditore
anche nel sogno mi vieni a tradir.

No non son cacciatore
e neanche traditore
son fìglio d'un signore
d'un gran signore
e io l'amore lo so ben far.

   

> amore mio non piangere
>
aveva gli occhi neri
> bionda bella bionda
> come porti i capelli
> di qua di là del Piave
> era una notte che pioveva
> il cacciatore del bosco
> il fazzolettino
> la domenica andando alla messa
> la famegia del gobon
> la montanara
> la parona no vol che cantemo
> la strada del bosco
> la valsugana
> la villanella
> lo spazzacamino
> l'oselin de la comare
> mamma mia dammi cento lire
> me compare Giacometo
> me mario xe bon
> monte canino
> poenta e bacaeà
> quel mazzolin di fiori
> qui comando io
> sul cappello
> va l'alpin
>
vinassa vinassa

 

menù