L'ASCOLTO MUSICALE NELL'INFANZIA
   
 
Leonardo Trevisan
 

 

info@fondazionepremioaltino.it   

1980

 

 

Mi sono proposto lo studio, la ricerca e l'analisi dell'ascolto della musica perché ho riscontrato che tale arte influisce in parte negativamente e in parte positivamente nello sviluppo sensitivo del bambino.

L'ascolto musicale esercita un ruolo molto importante nel bambino facendo appello a tutte le facoltà, e precisamente: alla sensorialità per quanto riguarda il ritmo, il suono; all'affettività per quel che riguarda la melodia musicale; all'intelligenza per tutto ciò che è armonia e presa di coscienza del linguaggio musicale. Sviluppa inoltre la sensibilità, il temperamento, la maturità.

Arte che per alcuni opera pure come terapia, nel senso di rilassamento della tensione nervosa.

La formazione del gusto artistico è comunque una delle mete fondamentali di ogni civiltà.

Ora prima di analizzare i più significativi generi musicali è bene dare uno sguardo a quel fenomeno protagonista, in diretta relazione con l'ascolto musicale: la sensibilità, che è la capacità di percepire gli stimoli che giungono dagli organi di senso (vista, udito ...). Si realizza con la trasmissione degli impulsi sensoriali dai recettori periferici specifici all'area sensitiva corrispondente della corteccia cerebrale, dove hanno sede le cellule più importanti che elaborano la nostra coscienza e il nostro pensiero: l'intelligenza e la volontà, il dolore, il piacere, la gioia, l'amore e l'odio.

In pratica le sensazioni (stimolazioni) determinano due tipi di risposta:
la prima positiva, la seconda negativa.

La risposta positiva avviene quando il cervello riceve uno stimolo conosciuto o abituale; rapporto di stimolo che rientra nella normalità della vita quotidiana.

Esempio: ascolto di brani musicali preferiti di tipo distensivo e allegro, osservazione di immagini (pitture) piacevoli, letture di poesie e di brani letterali confacenti al gusto e alla sensibilità del fruitore.

La risposta negativa avviene quando la corteccia cerebrale riceve uno stimolo improvviso, inatteso, di una certa intensità e soprattutto quando si trova non solo in stato di impreparazione, ma soprattutto di prevenzione e di paura.

In questo caso si mette in moto una reazione a catena, per cui subentra ansia e paura. Lo stato di ansia, il senso di paura provengono spesso da espressioni musicali di musica elettronica, concreta, dodecafonica e in parte anche dalla quella tonale adoperata come sottofondo a commedie e film drammatici.

Si aggrava lo stato d'animo quando lo stimolo proviene dalla musica elettronica o concreta drammatica e/o accentuata timbricamente, sentita in orario di riposo. Stimolo trasmesso già con senso dominato dalla paura: la risposta proveniente dalla corteccia  cerebrale  non  sarà positiva  (cioè di percepire immediatamente la fonte sonora) scatenerà un senso di smarrimento, di spavento, con reazioni impreviste o non controllate.

Queste reazioni abnormi saranno più accentuate in persone neurolabili, sotto shock per precedenti disgrazie, per eventi naturali non controllabili e soprattutto verso in donne in gravidanza, che sono già di norma più sensibili.

Si crea così un circolo vizioso che scatena un aumento della tensione muscolare, della paura... 

Per impedire la formazione di una sensazione artistica negativa ogni bambino dovrebbe essere educato ed informato, in modo da predisporre la corteccia cerebrale a reagire in modo ordinato e controllato a qualsiasi stimolo.

E' purtroppo oggi possibile che in certi ambienti (soprattutto luna park), in vari programmi televisivi e nei fimi il bambino possa percepire suoni musicali che provocano una risposta negativa, creando od aumentando la paura e l'agitazione.

Ritengo quindi opportuno che nei luoghi e nei programmi televisivi rivolti ai bambini venga utilizzata una musica che contribuisca al rilassamento e alla distensione.

Ma affinchè la musica abbia effettivamente una funzione di distensione occorre che, già durante il periodo dell'infanzia, il bambino venga educato a questa forma di rilassamento musicale e piano piano sia fatto familiarizzare con quelle forme più complesse.

In tal modo sarà potenziato al momento opportuno l'effetto terapeutico della musica.

I generi musicali che maggiormente influiscono negativamente nello sviluppo sensitivo del bambino sono:

LA MUSICA DODECAFONICA

Per il suo concetto musicale puramente astratto la dodecafonia (sviluppatasi in seguito all'influenza della forma pittorica astratta) è in parte dannosa come ascolto, perché non giova al concetto della sensibilità, dello spirito.

E' una composizione che elimina totalmente il sistema Armonico-Tonale, contenendo dentro l'oscurità e la colpa del mondo.

"Tutta la sua felicità sta nel riconoscere l'infelicità; tutta la sua bellezza nel proibirsi l'apparenza della bellezza".

LA MUSICA ELETTRONICA

L'uso e la produzione sonora (timbro, altezza, intensità) di tale genere musicale, percepito dall'orecchio, contribuiscono molto spesso un insopportabile fastidio, aggravando in ogni caso ogni stato di naturale nervosismo, di ansia, di depressione.

E' una musica prodotta da mezzi tecnici messi a disposizione dalla scienza (oscillatori, filtri e generatori elettrici di vastissima frequenza e registrati su nastro magnetico), trasformando ed elaborando rumori e suoni (espressi nelle cifre delle rispettive frequenze), senza far uso di nessun tipo di strumento musicale tradizionale.

E' usata da alcuni musicisti che puntano al superamento delle tecniche tradizionali e sulla produzione di una musica ritenuta più atta a rispecchiare le aspirazioni, le angosce e le attese della vita contemporanea.

Per quanta bravura possa avere la tecnologia sonora, svolgendo pure le mansioni di una grande o piccola orchestra, non riuscirà mai a sostituire la pastosità del suono e la bellezza reale del timbro prodotti dallo strumento musicale originario e con la sensibilità prestata dal musicista stesso; come un robot non potrà mai sostituire il regno dell'anima.

Anche se perfette e belle le esecuzioni fatte dai mezzi tecnici (privi di sensibilità) saranno sempre carenti, soprattutto per quel freddo timbro statico elettronizzato.

LA MUSICA CONCRETA

Molto vicina alla musica elettronica, utilizza elementi sonori come grida, strumenti musicali, rumori naturali e artificiali, ecc... registrati su nastro magnetico o macchine digitali e riprodotti in varie elaborazioni.

E' un materiale molto usato come sottofondo musicale su film e commedie, attualmente a varie mostre di pittura.

LA MUSICA BEAT O ROCK DURO

Parte della musica beat è nata ed è stata usata inizialmente per la maggior parte da giovani reticenti, scontrosi e protestatari, in perpetua ricerca di una ragione d'essere, staccati da una società, secondo loro, incomprensibile e poco comprensiva, aggrappati ad un ideale di vita intenso e libero da qualsiasi pregiudizio o sovrastruttura.

Cantano e suonano facendo uso di amplificazioni ed appositi impianti, fino a raggiungere elevate intensità sonore che potrebbero danneggiare l'udito.

Nonostante gli elaborati, i travagli, le deviazioni, il beato o rock duro, per la maggior parte di giovanissimi, rimane uno strumento di protesta, di vibrazione interiore, di liberazione.

Stile musicale seguito e ascoltato soprattutto da giovani.

Che musica ascoltare e far ascoltare al bambino.

Pur tenendo conto della scarsa educazione musicale data ai bambini e l'enorme sviluppo degli stili "beat - rock" avvenuti in questi ultimi anni, la musica che più si appresta è quella tonale (non drammatica) appartenente al mondo musicale colto, anche se elaborata con l'inserimento di strutture ritmiche, armoniche, timbriche, appartenenti alla musica leggera, dando una luce particolare a quel dato brano.
E ancora balletti, folklore e canzoni.

Il bambino ascoltando tale musica avverte sentimenti di gioia, di piacere, i quali suscitano immagini descrittive, di un ambiente, di un'azione derivata spesso dalla fantasia.

Infatti è con il pensiero ed il sentimento che si comprende la musica.

Il pensiero porta i ricordi, li fa riaffiorare dall'inconscio; il sentimento li colora, li fa grandi o piccoli, a seconda che essi premano o meno nel profondo dell'animo con la viva forza della commozione estetica.

Di maggior importanza sono i brani che rientrano nel genere dell'impressionismo musicale.

Arte di potere suggestivo, magico, evocante un'atmosfera e suscitante le emozioni più intense e le sensazioni più profonde.

L'unica variante starà nella scelta di un dato brano di un compositore al posto di un altro.

Specie per le lavoratrici con occupazione monotona, tale genere musicale concilia l'attività lavorativa prevenendo (anche se in piccolissima parte) la stanchezza e la noia.

La musica tonale (non drammatica) da sicurezza e serenità.

La musica elettronica e concreta da agitazione e senso di paura.

La musica dodecafonica da senso di sgradevolezza.

La musica rock duro da agitazione, inquietudine ed è soprattutto dannosa per l'udito.

 

 

ALCUNE DESCRIZIONI PER UNA GUIDA DISCOGRAFICA DI MUSICA TONALE NON DRAMMATICA

Titolo

Autore

Descrizione

Le quattro stagioni

Vivaldi 

Descrive i fiori luminosi e il tepore areo della primavera, la gelida neve e il fuoco caldo nelle notti d'inverno.

La Moldava

Smetana 

Fa sentire le acque limpide della sorgente che sgorgano fresche all'ombra di una foresta, che si tuffano vorticose tra le colline e si placano nella lenta corrente del largo fiume.

Al chiaro di luna

Beethoven

Evoca il vogare di una barca nel lago di Lucerna al chiaro di luna; molto romantica.

II lago dei cigni

Ciaikovski  

Rappresenta la dolce figura allegra dei bambini in villeggiatura.

Lamer

Debussy 

Fa vedere i riflessi della luce sull'acqua del mare, il magico gioco delle onde, la quiete che segue il tramonto, il dialogo dolce tra il vento ed il mare.

Le fontane di Roma

Respighi

Esprime alcune sensazioni piacevoli provate alla vista di quattro fontane di Roma, contemplate nella loro suggestiva bellezza giornaliera.

Incompiuta

Schubert 

Crea un'atmosfera mesta, un senso di raccoglimento interiore.

Pastorale

Beethoven    

Esprime i sentimenti e la dolcezza di chi si abbandona all'incanto della natura.

Giardino sotto la pioggia

Debussy  

Descrizione della pioggia che cade sulle foglie, sui fiori, sulla terra. Poi tutto si calma; in cielo appare l'arcobaleno e il sole torna a risplendere.

Mormorio della foresta

Wagner

Descrive mirabilmente la vita della foresta, il canto degli animali e lo stormire delle foglie, creando un'atmosfera d'incanto.

Prelude a l'asprès
midi d'un
faune

Debussy

Composizione piena di colore; crea un'atmosfera di sogno in un paesaggio suggestivo e irreale.

Il mattino

Grieg

Sensazioni dì un'alba serena e piacevole al sorgere del sole.

Inno al sole (dall'Iris)

Mascagni

Descrive la notte, i primi albori, i fiori, l'amore, i primi raggi del sole.

Ninna nanna

Brahms

Con poche note esprime il palpito amoroso del cuore della mamma.

Toccata e fuga   

Bach

Di carattere maestoso e brillante.

Un americano a Parigi

Gershwin

Musica piacevole sia per la ricchezza di ritmi che per la grazia melodica.

Rapsodia n. 2

Liszt

Contenente una melodia appassionata. Le altre rapsodie sono un documento vivo di colore locale, folkloristico.

La mattinata

Leoncavallo

Brano pieno di sole e caldo.

Gli aranci olezzano

Mascagni

Si sente tutta la poesia,  la semplicità e la tranquillità della vita agreste.

Fantasia sinfonica

Schumann

Completata nei giorni in cui la sua casa fu allietata dalla nascita di una bambina. Piena di fantasia e amore.

Nelle steppe

Borodin

Musica serena e brillante.

La valse

Ravel

È un meraviglioso gioco di sonorità espressivo e luminoso e da un fresco senso di colore.

Idillio di Sigfrido

Wagner

Esprime la tenerezza infinita dell'amore paterno e la ingenua serenità della vita infantile, intorno alla quale si radunano i sogni profetici di un avvenire felice e gioioso.

Danze slave

Dvorak

Musica viva, spontanea e piena di ritmo.

Le sifidi

Chopin

Fantasia romantica, contenente un senso poetico e un vivo colorito strumentale.

Capriccio italiano

Ciaikovski

Temi popolari italiani affascinanti.

La camera dei bambini

Mussorgski

Musica semplice e gagliarda.

Scene fanciullesche

Schumann

Espressione  segnante, sentimentale, sembra scorrere verso qualcosa di inafferrabile e di sovrumano con una poesia di incanto  e  di  serena contemplazione.

Sinfonia in sol maggiore

Haydn

Il secondo tempo comprende un Allegretto aggraziato e affettuoso nella sua carezzevole morbidezza.

Concerto di Varsavia

Addinsell

Esprime sentimenti semplici e genuini; il suono del pianoforte, sempre appassionato.

Lo schiaccianoci

Ciaikovski

Vivace gioco di ritmi con sfumature molto espressive.

L'uccello di fuoco

Strawinski

Favolosa e affascinante, a cui si accompagnano  inflessioni melodiche e ritmiche di grande efficacia descrittiva e una splendida gamma di colori orchestrali.

Musica sull'acqua e Largo

Haendel

Creano un'atmosfera di serenità e di contemplazione.

Sogno di una notte di mezza
estate

Mendelssohn

Descrive in forma trasparente e raffinata, l'atmosfera magica di un universo fatato.

Sinfonia n. 101

Haydn

Nell'Andante si sente una melodia calma e serena che fa pensare al lento scorrere del tempo.

Sinfonia del nuovo mondo

Dvorak

Composta su temi caratteristici del folklore americano, mescolati con quello boemo.

Piccola musica notturna

Mozart

La prima parte briosa dileguandosi in un'atmosfera distesa e serena.

Adagio

Albinoni

Momenti di una intesa e appassionata serenità.

Sogno d'amore

Liszt

Melodia dolcemente espressiva e abbandonata alla poesia d'amore.

Il lago incantato

Liadov

Composizione piena di colori e di luci, a volte di un'accesa intensità espressiva.

Melodie celebri, serenate,
divertimenti, mazurche,
polacche, preludi,
notturni, valzer...

Vari autori

Musica scritta per diletto, svago; piacevole da ascoltare.

Ouverture

Vari autori

Introduzioni d'opera per sola orchestra, gradevoli da ascoltare.

Motivi musicali appartenenti a colonne sonore "film d'amore"      

Vari autori

Musica che riesce ad esprimere compiutamente  questo sentimento e la gioia che l'accompagna.

Parte della musica folkloristica                

Vari autori

Rende un'atmosfera di gioia, di allegria, di distensione.

Non è necessario ascoltare un'intera composizione, ma è più idoneo ascoltare quel movimento appartenente al gusto proprio; esempio il 2° movimento "largo" dal Concerto n° 1 "La primavera" di A. Vivaldi; la prima parte del Poema Sinfonico "Le fontane di Roma" di O. Rispighi. O brani staccati da concerti, Sinfonie... e brani classici elaborati in stile leggero e canzonettistico.

 

home

sopra